Un fotografo, un lago, un sogno: dare nuova vita alle immagini.

Walter Zerla   |   Italia

Il fotografo Walter Zerla, circondato dai suoi pannelli fotografici realizzati per un’esclusiva SPA di Stresa, sul Lago Maggiore, con la stampante flatbed UV Roland LEC2 S. Il fotografo Walter Zerla, circondato dai suoi pannelli fotografici realizzati per un’esclusiva SPA di Stresa, sul Lago Maggiore, con la stampante flatbed UV Roland LEC2 S.

Incontriamo Walter Zerla nel suo studio di Omegna, in Piemonte, nell’Italia Nord-occidentale. Il suo look minimal e glamour lo descrive già come un perfezionista, soprattutto nella creazione di immagini di qualità e significato. Walter Zerla è infatti fotografo professionista conosciuto a livello internazionale - che vanta un eccellente curriculum nell’ambito della pubblicità, della moda e del design. Cominciamo subito con il chiedergli qual è la fonte d’ispirazione per le sue fotografie così straordinarie.

Ho la fortuna di vivere in un ambiente fantastico, a metà tra il Lago d’Orta e il Lago Maggiore.
Le mie immagini parlano proprio di questo: del mio territorio.

Il fotografo di fronte al Lago Maggiore, nell’intento di catturare un’istantanea del suo territorio. Il fotografo di fronte al Lago Maggiore, nell’intento di catturare un’istantanea del suo territorio.

Quella di Walter è una visione della fotografia vivida e viscerale. Il suo obiettivo è recuperare quella fisicità dell’immagine che ormai, in un mondo sempre più orientato al virtuale, è andata perduta. Da qui, l’idea di stampare le sue fotografie direttamente su nuovi materiali, aprendosi alla sperimentazione attraverso la stampa digitale. Tuttavia - soprattutto all’inizio - non senza grandi esitazioni. Infatti, il fotografo si chiedeva:

“quanto l’immagine stampata direttamente sul materiale avrebbe potuto riprodurre fedelmente le tonalità e la profondità dei colori, allo stesso modo di un’immagine stampata su carta e poi applicata?”

Così effettua delle ricerche e resta affascinato dal mondo della stampa UV. Dopo aver valutato più brand, trova una soluzione che gli consente di ottenere il risultato e l’effetto emotivo desiderato: Roland VersaUV LEC2-640S-F300. Una delle caratteristiche che il fotografo apprezza di più riguardo a questa stampante UV della Serie S è l’altissima fedeltà nella riproduzione del colore, a livello di dettaglio e colorimetria.

Stampe retroilluminate, realizzate con Roland VersaUV LEC2 S Series a partire da fotografie che ritraggono il Lago d’Orta e il Lago Maggiore. Stampe retroilluminate, realizzate con Roland VersaUV LEC2 S Series a partire da fotografie che ritraggono il Lago d’Orta e il Lago Maggiore.

“Con questo splendido strato di inchiostro, doniamo nuova vita alle immagini. Immagini che tornano ad essere oggetti vivi.”

Un risultato ottenuto attraverso la combinazione di quadricromia, arancio e rosso degli inchiostri EUV5 inclusi con la stampante, dotati di pigmenti di prim’ordine per una riproduzione dei passaggi tonali e della gamma colore senza compromessi. La periferica scelta da Zerla gli ha consentito quindi di ampliare la sua offerta, potendo così realizzare nuove applicazioni: stampe retroilluminate, tele di grande formato, pannelli d’arredo e lampade luminose. Applicazioni di interior design dedicate ad uffici, showroom, camere di hotel, esposizioni in fiera. Interessante per il suo business è anche la possibilità di poter stampare e riprodurre su plexiglass le sue straordinarie fotografie che ritraggono giochi d’acqua.

Stampa UV su pannelli in plexiglass di una fotografia realizzata da Walter Zerla. Stampa UV su pannelli in plexiglass di una fotografia realizzata da Walter Zerla.

“Posso congelare l’acqua mentre cade sulla pelle di una modella, e trasmetterlo attraverso le trasparenze del plexiglass.”

Altro aspetto su cui Walter Zerla si sofferma è quello del supporto tecnico, imprescindibile per sfruttare al massimo le potenzialità della periferica. A questo proposito, ci tiene a sottolineare che si è trovato molto bene con il supporto di Roland. Non solo per la preparazione dei tecnici Roland, ma anche per il buon feeling che si è creato tra persone appassionate di comunicazione visiva: un aspetto che va oltre la mera vendita e abbraccia la soddisfazione di Walter nel vedere le sue opere riprodotte nella maniera desiderata.


Il fotografo verifica la resa cromatica dello stampato, effettuato con VersaUV LEC-2. Il fotografo verifica la resa cromatica dello stampato, effettuato con VersaUV LEC-2.

“Questa tecnologia ha permesso a un utilizzatore neofita come me, di avere dei risultati sorprendenti fin da subito.”

Un’affermazione supportata anche dalla possibilità - offerta dalle periferiche Roland della Serie S - di poter stampare sin da subito su un’ampia gamma di superfici e oggetti con spessore fino a 20 cm. Cosa che ha permesso a Walter di muoversi agevolmente all’interno di più settori, ampliando le sue opportunità di business in ambiti prima impensabili. Infine, il fotografo si congeda da noi con un sua interessante riflessione: “In fondo, la soddisfazione più bella è quella di creare delle vere e proprie finestre all’interno degli ambienti, dando ad essi nuova vita grazie alla qualità e alla bellezza delle immagini ottenute utilizzando una stampante Roland”.