Stampa di una texture di pennellate con inchiostro UV gloss

Inchiostro gloss: un modo versatile per far crescere la tua azienda

Negli ultimi dieci anni la stampa UV-LED è diventata sempre più popolare grazie alla polimerizzazione istantanea a bassa temperatura degli inchiostri e alla capacità di stampare immagini durevoli su quasi tutte le superfici.

Uno degli altri principali vantaggi della stampa UV è la possibilità di stampare inchiostro trasparente. Dopo la stampa e la polimerizzazione, questo speciale inchiostro assume un aspetto rigido tridimensionale. Questa semplice funzionalità consente una grande varietà di effetti e possibilità, per migliorare la qualità delle stampe accrescendo così i guadagni.

Diamo un'occhiata ad alcune delle cose che si possono fare con l'inchiostro UV gloss.

Nell'immagine: Inchiostro gloss trasparente per creare goccioline d'acqua realistiche.

1. Particolari in risalto

Uno degli usi più semplici dell'inchiostro gloss consiste nella possibilità di far risaltare parti importanti di un'immagine con un accattivante effetto lucido. Ciò è particolarmente utile se si desidera richiamare l'attenzione su un messaggio promozionale importante. Si può usare molto efficacemente anche per dare risalto a liquidi come goccioline d'acqua, conferendo un effetto realistico.


Nell'immagine: testo in rilievo simulato con inchiostro UV gloss su mockup di packaging.

2. Rilievo simulato

A livello di produzione di massa, gli effetti in rilievo richiedono l'uso di una matrice o di uno stampo personalizzato. Nel caso di piccoli volumi o di mockup di packaging, ricreare questo effetto con lo stesso metodo diventa enormemente caro. Questo è uno dei motivi per cui la stampa UV è diventata così popolare nel campo dei prototipi di packaging e della progettazione: consente di produrre rilievi in modo rapido ed economico.


Nell'immagine: Texture effetto legno realizzata con inchiostro UV gloss.

3. Texture 3D

È anche possibile sovrapporre strati di inchiostro gloss per creare texture realistiche per i più diversi prodotti. Per esempio, si può stampare una texture di pelle di animale per articoli di lusso o una texture legno da utilizzare nella decorazione di interni. Si può usare persino per realizzare un accattivamente quadro a olio con le relative pennellate di colore in rilievo.


Nell'immagine: Dettaglio realizzato con foil usando inchiostro UV gloss.

4. Foiling

Come il rilievo, anche gli effetti foil richiedono costosi strumenti aggiuntivi a livello industriale. In questo caso, l'inchiostro UV gloss può riprodurre un effetto simile a un costo molto inferiore e con un flusso di lavoro più flessibile. Con questo processo, l'inchiostro gloss polimerizza solo in parte, offrendo una superficie adesiva su cui il foil viene poi applicato. È possibile creare dettagli particolarmente fini mediante foil metallico o materiali simili come il glitter.


Nell'immagine: Testo Braille aggiunto a segnaletica con inchiostro UV gloss.

5. Braille

Il Braille offre probabilmente il massimo potenziale di guadagno, soprattutto per le aziende specializzate in segnaletica. I metodi tradizionali sono costosi e, di solito, questa fase deve essere esternalizzata a terzi, allungando così i tempi di consegna. Con l'inchiostro gloss, è relativamente facile creare uno strato lucido aggiuntivo sulla grafica contenente i dati in Braille.


PREPARA LA TUA AZIENDA PER IL FUTURO

Scarica la nostra guida e prepara la tua azienda per le tendenze emergenti.

SCARICA SUBITO LA GUIDA


Come funziona: Creazione di un quadro a olio realistico

Ma che aspetto ha un progetto realizzato con inchiostro gloss? A condizione di avere un RIP intuitivo e pienamente funzionale, serve solo un software grafico. Ora vedreno come realizzare delle pennellate su un quadro a olio, ma il processo non è molto diverso per qualsiasi altra applicazione con inchiostro gloss.

Nell'immagine: Quadro a olio stampato direttamente su tela con una texture di pennellate.

Progettazione dello strato lucido

È la parte più complicata del progetto, ma in realtà è piuttosto semplice. Nella maggior parte dei RIP, occorre assegnare un colore spot per definire dove dovrà concentrarsi l'inchiostro gloss. Ad esempio, se si usa Adobe Illustrator, basta fare in modo che le parti lucide vengano riempite con il colore spot necessario.

Spessore dell'inchiostro gloss

In genere, lo spessore della sezione lucida è definito dall'opacità del colore. Se si vuole realizzare una cupola liscia, si dovrà creare un gradiente radiale in cui l'opacità del colore si riduce man mano che raggiunge il bordo della forma. Se non si procede così e si dà all'intera forma un'opacità del 100%, l'effetto lucido sparirà bruscamente in corrispondenza del margine della forma.

Lavorare con immagini raster

In generale, è più facile lavorare con forme vettoriali quando si crea uno strato lucido. Nel caso del nostro quadro a olio, abbiamo usato un'immagine raster contenente un pattern di pennellate. È relativamente facile convertirlo in dati gloss quando si usa Adobe Illustrator. Basta convertire i colori dell'immagine in scala di grigi e impostare il colore di riempimento sul colore spot lucido. Ancora una volta, nelle aree più scure dell'immagine sarà stampata una maggiore quantità di inchiostro gloss. Se non si è soddisfatti dell'effetto così ottenuto, si possono invertire i colori.

Desideri saperne di più?

Se possiedi una periferica Roland DG, puoi iscriverti alla Piattaforma didattica online di Roland DG Academy. Qui troverai un sacco di informazioni e guide per la stampa con inchiostro UV, inclusa la creazione di strati di inchiostro gloss, la produzione di dime per articoli vari e la stampa su forme inconsuete o superfici difficili.